Review: La Giusta mezura

2018-01-29 04.18.30 1.jpg

Finalmente vi porto questa recensione, alla quale ammetto di tenere particolarmente. La giusta mezura è stato uno dei tanti e bellissimi regali di compleanno che ho ricevuto, e l’ho divorato in una notte, incantata dalle tavole dell’autrice. Appena terminato ero già con le mani sulla tastiera a scrivere una recensione su goodreads consigliando a tutti di farsi un regalo e prendersi questo piccolo capolavoro.

La storia racconta la vita, piuttosto ordinaria, di Mia e Manuel, due giovani quasi trentenni che si sono trasferiti a Bologna per frequentare l’università e che una volta terminata hanno deciso di rimanervi. Il problema è che hanno anche mantenuto gli stessi ritmi e gli stessi coinquilini di quando avevano una ventina d’anni. Mia prova a tirare avanti con un lavoro che non la soddisfa, giusto per guadagnare un po’ di soldi per pagarsi l’affitto, mentre Manuel lavora come pizzaiolo e intanto scrive un romanzo sull’amor cortese pubblicato online. Entrambi alla soglia dei trent’anni sentono la necessità di dare una svolta alla loro vita, di cambiare qualcosa, ma ancora non gli è chiaro come. La loro relazione, un tempo idilliaca, è diventata un peso: qualcosa non va, ma entrambi non sono ancora pronti ad accettarlo e a risolverlo, lasciando che il vuoto tra loro lentamente aumenti e li divori.

La giusta mezura è una storia di accettazione reciproca, di cambiamento e d’amore, e non di quell’amore perfetto e irrealistico, ma di un amore egoista, reale, concreto, che sperimentiamo o che abbiamo sperimentato tutti.

2018-01-29 04.18.31 1.jpg

Probabilmente sono di parte, me ne rendo conto: abito a Bologna, e ho riconosciuto ogni luogo descritto nelle tavole della bravissima Flavia Biondi, e credo che questo regali una marcia in più alla graphic novel. Non racconta solo di fatti e persone reali, ma anche di luoghi reali: Flavia ci regala una Bologna vera, non da cartoline per turisti, ma riconoscibile da tutti gli studenti o i ragazzi che ci sono passati anche solo per una sera.

L’aspetto che mi ha colpito di più è stata la facilità con cui mi sono immedesimata nel racconto dell’autrice; non tanto in un personaggio specifico, quanto nell’atmosfera che si respira in ogni pagina e in ogni dialogo. L’incertezza del futuro, la consapevolezza dei propri sbagli, l’impressione di immobilità totale mentre gli altri, attorno a te, si costruiscono una vita e vanno avanti. Credo che l’autrice sia stata in grado di mettere nero su bianco sensazioni ed emozioni che tutti noi, che attraversiamo un determinato momento della nostra vita, siamo consci di provare. Ma siamo anche convinti di essere i soli a trovarci in queste situazioni, i soli a non saper dove andare, i soli a credere di aver sbagliato tutto, di non essere riusciti a combinare nulla. Flavia Biondi ci dice no, tranquilli, non siete i soli, e soprattutto attraverso i suoi protagonisti ci dice che c’è sempre tempo, tempo per trovare la nostra strada, per cambiarla altre cento volte, per sbagliare e per correggerci, c’è ancora tempo. Anche se abbiamo trent’anni e un affitto da pagare.

Lo stile mi è piaciuto molto: le vicende di Mia e Manuel si alternano a tavole dedicate al romanzo scritto da Manuel sull’amor cortese, così da spezzare di tanto in tanto la storia principale con questo espediente narrativo. La scelta dei colori è monocromatica, sulle tinte del blu, altro aspetto che mi è piaciuto molto e che ho trovato adatto alla narrazione.

Ho provato a essere obiettiva e a cercare anche qualche aspetto che non mi aveva fatto impazzire di questa graphic novel, ma purtroppo (o per fortuna) non ci sono riuscita. La consiglio a tutti quelli con cui mi capita di citarla e mi sento di farlo anche con voi: non ve ne pentirete.

Qui trovate i link per acquistare questa graphic novel su Amazon e su IBS.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...